fbpx

Come avviene l'intervento?


Solitamente questo tipo di intervento viene effettuato in anestesia generale e richiede una o due notti di degenza a seconda della gravità del caso. La durata dell’intervento è di circa tre/quattro ore.

Le tecniche per ridurre l’addome variano a seconda del caso clinico. E’ compito del Chirurgo, ascoltate le vostre esigenze consigliarvi la tecnica più opportuna. Nelle donne o uomini giovani con una parete muscolare tonica, le rotondità e le imperfezioni dell’ addome possono essere trattate con mini liposuzioni mirate. In questo caso l’intervento può essere fatto in day-hospital e con anestesia locale.

Davanti ad uno specchio insieme alla paziente si disegnano le zone di accumulo di adipe da trattare. Attraverso una mini incisione di 1 cm. sarà possibile ottenere ottimi risultati con un trattamento di circa mezz’ora. Se il problema invece è più importante, perché esiste anche un rilassamento della cute e dei muscoli sottostanti, e se la paziente non è in soprappeso, sarà opportuno consigliare un intervento di mini addome.

Questo intervento consiste nell’asportazione della cute rilassata in eccesso e nel riavvicinamento dei due muscoli retti. Si esegue una incisione sopra il pube, leggermente più lunga di quella che molte donne hanno in seguito ad un taglio cesareo. Si disegna l’incisione insieme al paziente, utilizzando il modello di costume che si indossa solitamente, per far si che la cicatrice sia completamente nascosta.

I muscoli retti vengono riavvicinati senza toccare l’ombelico. Se il vostro addome mostra invece i segni di rilassamento e di smagliature intorno all’ombelico sarà possibile correggere la zona con un metodo chiamato "SEMILUNA" in cui si potrà tendere la cute e le smagliature nascondendo la cicatrice nel bordo dell’ ombelico.

Dopo alcuni mesi se necessario, si potrà eseguire un tatuaggio della piccola cicatrice. Infine, per chi è in sovrappeso non disperate! Sarà possibile comunque, trattare l’addome asportando l’eccesso di adipe che spesso si accumula nella parete bassa creando difficoltà nella vita quotidiana. In questo caso sarà importante preparare il Vostro addome con una dieta da eseguire uno o due mesi prima dell’ intervento!


In cosa consiste il post-operatorio?


Nel caso in cui si è intervenuti sull’addome con una semplice liposuzione saranno sufficienti due soli incontri con il Chirurgo. Già dopo una settimana si potranno togliere i pochi punti di sutura e si potranno apprezzare i risultati. Non è affatto doloroso come intervento. Per circa 20 giorni si dovrà indossare una panciera elastica.

Nel caso in cui si sia effettuato un intervento più importante, si avranno tre incontri con il Chirurgo, i punti di sutura si toglieranno dopo 7/10 giorni e per 30 giorni si porterà una panciera elastica. L’intervento non è doloroso e si può riprendere l’attività dei muscoli già dopo tre settimane.

Noi consigliamo di tornare dal proprio istruttore di ginnastica dopo questo periodo per ricominciare gradualmente la propria attività fisica.


Prima e dopo

Novità: addominoplastica o liposuzione addome in abbinamento alla dieta Ketostation

Spesso non è possibile sottoporsi ad intervento di addominoplastica o liposuzione perché si è in soprappeso. L’estate si avvicina e proprio non si sa come fare!!! E’ per questo motivo che abbiamo messo a punto un sistema di dieta e chirurgia abbinate.

Si tratta di un percorso che prevede di seguire una dieta che in 10 giorni permette di perdere il 10% del proprio peso corporeo. E’ una dieta proteica – KETOSTATION - messa a punto da un collega molto esperto nella chirurgia dell’obesità. (Dr. Tiziano Berselli).

Immediatamente dopo questo dimagramento rapido, ci si può sottoporre ad intervento di addominoplastica o liposuzione correttiva, per poi seguire una dieta di mantenimento post intervento per circa 1 mese e mezzo.


Qual è il vantaggio? Sottoporsi ad un intervento con il proprio peso, offre risultati molto soddisfacenti e precisi. Non c’è rischio di avere orecchiette di cute in eccesso o pieghe antiestetiche, oltre al fatto che l’intervento sarà meno invasivo e più veloce.

Pochi giorni di dieta e un intervento che ci consente di consolidare il risultato, senza sottoporci a rischi inutili e ad un post operatorio lungo e fastidioso.


Contatta la professoressa