Chirurgia dello Sguardo

Guardatevi allo specchio e sollevate con una mano l’angolo dell’occhio e il sopracciglio: vedrete immediatamente uno sguardo più riposato e un aspetto più giovane. Gli anni che passano si vedono soprattutto dall’abbassamento del sopracciglio dovuto al rilassamento del muscolo frontale, e dalla antiestetica piega che si forma sopra la palpebra dando l’impressione di avere sempre gli occhi stanchi. Come se non bastasse, molto spesso appaiono anche delle borse e le odiate occhiaie sotto le palpebre inferiori.

Come avviene l’intervento?

La chirurgia endoscopica delle palpebre si esegue in regime di day hospital; l’anestesia è locale, non si avrà quindi la tanto temuta intubazione ma solo una leggera sedazione. Si eseguono tre incisioni di circa 1 cm all’interno del cuoio capelluto. L’intervento ha lo scopo di rialzare il sopracciglio e di correggere le rughe intorno agli occhi e sulla fronte. Viene eseguito con tecnica endoscopica: si lavora infatti guardando una piccola televisione che ingrandisce ciò che la piccolissima telecamera mostra al chirurgo.

Se c’è necessità, si può anche creare una forma dell’occhio più allungata e giovanile. La novità consiste nell’eseguire, se necessario, una cantoplastica (legamento esterno dell’occhio) senza incidere la cute intorno all’occhio.

In cosa consiste il post-operatorio?

Il paziente esce la sera con un cerotto sulla fronte che terrà per 7 giorni. Ogni piccolo forellino avrà due punti che verranno rimossi dopo 7 giorni. Non è un intervento doloroso che ha il vantaggio di evitare gli antiestetici ematomi tipici della blefaroplastica. Il risultato, visibile già dopo 7 gg è completo al 14° giorno. 

Prima

Dopo

Prima

Dopo

Quando è necessaria la blefaroplastica?

La blefaroplastica è necessaria quando l’eccesso di cute sulla palpebra superiore e interiore è molto importante, tanto da ridurre il campo visivo. Spesso le borse sotto gli occhi sono molto evidenti, rendendo lo sguardo stanco.

Blefaroplastica superiore

Si esegue in anestesia locale; è un intervento ambulatoriale che non richiede  il ricovero. L’intervento si esegue anche con il laser CO2 , con il quale viene asportato l’eccesso di cute sulla palpebra superiore, dopo che il chirurgo avrà eseguito, in accordo con il paziente, un disegno pre operatorio. Dopo 5 giorni verranno rimossi i punti dalla palpebra. L’uso del laser al CO2 ha diminuito notevolmente il formarsi di ematomi che tendono a sparire dopo 5/6 giorni.  Il risultato è subito molto evidente e le cicatrici saranno invisibili nel tempo garantendo un risultato molto naturale. Nei casi iniziali, qualche volta, si può eseguire la blefaroplastica utilizzando il laser senza incisioni cutanee.

Blefaroplastica inferiore

La blefaroplastica inferiore consiste nell’asportazione delle borse mediante una piccola incisione sotto la palpebra. L’asportazione dell’eccesso di cute completa il risultato. I piccoli punti restano in sede per 5 giorni e sarà possibile truccarsi dopo 7 giorni. Se l’angolo esterno dell’occhio è particolarmente basso, alla blefaroplastica inferiore si può associare una cantoplastica che noi riserviamo alle persone avanti negli anni e che consiste nel risollevare la parte esterna del muscolo orbicolare. Nel caso in cui esista una occhiaia profonda, la nostra tecnica prevede il rimodellamento del grasso della borsa che dopo essere stato asportato verrà reinserito all’interno dell’occhiaia diminuendo notevolmente l’aspetto bluastro. 

Come scegliere la procedura più adatta a voi?

 Consultate il vostro chirurgo per vedere se l’indicazione nel vostro caso è quello di una blefaroplastica tradizionale, di un trattamento per via endoscopica o di un semplice trattamento laser.